Torino - S. Mauro - Gassino - Chivasso - Brusasco

Le foto - Archeologia tranviaria

Località toccate dalla linea:
Torino, San Mauro, Sambuy, Castiglione, Gassino, Piana San Raffaele, Cimena, Castagneto, Chivasso, San Sebastiano Po, Lauriano, Monteu, Cavagnolo, Brusasco.

Tranvia a scartamento ordinario, a vapore.

 
1880: la preesistente tranvia a cavalli che da piazza Castello arrivava a Ponte Barra viene convertita a vapore e prolungata a San Mauro.
1881: la linea arriva a Gassino.
1883: STT inaugura l’intera linea fino a Bruscasco con la diramazione per Chivasso.
1908: elettrificato il tratto Torino - Chivasso.
1927: il capolinea viene spostato in Corso Regina Margherita angolo Corso San Maurizio
1931: elettrificato il tratto Chivasso - Brusasco.
1937: la SATTI subentra alla STT e il capolinea è spostato nella nuova struttura di Via Fiocchetto.
1949: la linea viene chiusa.

Il percorso cittadino in origine era: Piazza Castello (fronte prefettura, in comune con la linea per Poirino), Via Po, Piazza Vittorio Emanuele I, Corso Casale.
Dal 1927 il percorso diviene Corso Regina Margherita, corso Casale. L'anno successivo da Corso Regina Margherita svolta in Corso Belgio, Ponte Principe di Piemonte, Corso Casale.
Nel 1937 il capolinea cittadino viene spostato in via Fiocchetto, mantenendo inalterato il restante percorso.

Tempi di percorrenza:
- Trazione a vapore Torino - Chivasso: 1 ora e 56 minuti
- Trazione elettrica Torino - Chivasso: 1 ora e 10 minuti
- Trazione a vapore Torino - Brusasco: 2 ore e 38 minuti
- Trazione elettrica/vapore Torino - Brusasco: 1 ora e 50 minuti
- Trazione elettrica Torino - Bruscasco: 1 ora e 40 minuti

Nel 1905 il costo dei biglietti di 2ª classe per Chivasso era di 1,05 lire e per Brusasco era di 1,70 lire.


Ultimo aggiornamento: