Torino - Moncalieri - Trofarello - Poirino

Le foto - Archeologia tranviaria

Località toccate dalla linea:
Torino, Moncalieri, Borgo Aie, Testona, Trofarello, Marocchi, Poirino.

Tranvia a scartamento ordinario, inizialmente a trazione animale e quindi a vapore.

1874: la STT ottiene in concessione la tranvia a cavalli Torino - Moncalieri.
1879: viene trasformata a vapore.
1881: prolungata a Poirino.
1904: elettrificato il tratto Torino - Trofarello e elettrificata la navetta per Moncalieri dalla linea per Trofarello (attuale cimitero) al Real Castello.
1927: il capolinea torinese viene arretrato in Piazza Vittorio
1928: il capolinea viene ulteriormente arretrato in Piazza Gran Madre
1931: completata l’elettrificazione.
1937: la linea viene rilevata dalla SATTI.
1949: la linea viene soppressa.

Il percorso in città parte dal capolinea di Piazza Castello (fronte Prefettura, in comune con la linea per Chivasso), segue via Po, Piazza Vittorio Emanuele I, Piazza Gran Madre, Corso Moncalieri, stradale di Moncalieri.

Negli anni '30 fu istituito un servizio con alcune motrici serie 2500 da Porta Nuova fino a Trofarello. Tale servizio in un secondo momento venne indrotte delle corse limitate a Borgo Aje. Il percorso cittadino era: Piazza Carlo Felice, Corso Vittorio Emanuele II, Corso Moncalieri.
Le motrici serie 2500 (2520, 2531, 2537, 2547, 2562, 2571) furono attrezzate per il servizio intercomunale con archetto in aggiunta al trolley e fanale supplementare di profondità.

Tempi di percorrenza:
- Trazione a vapore Torino - Porino: 1 ora e 54 minuti
- Trazione elettrica Torino - Trofarello e a vapore Trofarello - Poirino: 1 ora e 31 minuti
- Trazione elettrica Torino - Poirino: 1 ora e 22 minuti
- Linea Porta Nuova - Borgo Aje: 45 minuti e da Borgo Aje a Trofarello: 15 minuti.
- Autobus di oggi Torino - Poirino: 1 ora e 7 minuti minuti
- Autobus di oggi Porta Nuova - Borgo Aie: 35 minuti

Nel 1905 il costo dei biglietti di 2ª classe per Trofarello era di 70 centesimi e per Poirino era di 1,20 centesimi.

Una curiosità: dato che il mercato di Moncalieri era uno dei principali mercati del bestiame del torinese, spesso il tram trasportava anche bovini vivi.


Ultimo aggiornamento: